Sandro Sassoli

Sandro Sassoli nasce a Roma il 15 novembre 1949.

Si laurea all’Università di Roma ‘La Sapienza’ in Scienze Politiche, con una tesi in Diritto Costituzionale Italiano e Comparato presso la cattedra del prof. Giuliano Amato.

Nel 1970 inizia la sua attività giornalistica, che lo vede tra i fondatori della prima radio privata a Roma nel 1975 (Radio Roma): si iscrive all’Ordine dei Giornalisti nel 1976 e un anno dopo – dal 1977 al 1981 – lavora come autore e programmista-regista alla RAI– Radiotelevisione italiana, in particolare per Radiotre e per la divisione Programmi per l’Estero.

Nel 1990, per i Mondiali di Calcio “ITALIA ‘90”, come responsabile promozione e marketing dei prodotti in metallo prezioso, concretizza la sua idea de il trofeo “Il Pallone di Platino” (il premio al miglior giocatore dei Mondiali). Nel 1992 ha promosso i prodotti preziosi delle Celebrazioni per i 500 anni della scoperta dell’America – Cristoforo Colombo.

Nel 1993 ha creato per la Zecca di Stato la Medaglia Europa Unita, la prima al mondo bimetallica in oro/oro bianco e diamanti, inserita nel Guinness dei Primati come la più preziosa.

Nel 1994 la sua società Servizi Europei Integrati ha ricevuto il Premio alla Creatività della Walt Disney, per la sua idea – iniziativa sensibilizzante al risparmio e alla introduzione dei giovani alla numismatica – del “ Primo Cent di Zio Paperone”, coniato dalla Zecca Italiana con il patrocinio dell’ABI- Associazione Bancaria Italiana.

Come manager responsabile dei progetti speciali del Gruppo Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato – Sipleda SpA, ha sviluppato, dal 1995 al 2000, il progetto della Medaglia del 2000, con il patrocinio delle Nazioni Unite e coinvolgendo 6 zecche di tutti i continenti.

Sassoli ha inoltre ideato e coordinato le Celebrazioni della Lira Italiana sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, concretizzando gli eventi dell’Addio alla Lira con l’attore Alberto Sordi presso la Fontana di Trevi (a Roma, nel 2002) e il Monumento alla Lira, inaugurato nel 2003 con la sua amica, l’attrice Sophia Loren.

Dal 1996 ha creato, con la collaborazione di Arthur Schlesinger Jr., consigliere del Presidente John F. Kennedy, il progetto della moneta globale – United Future World Currency (UFWC), una moneta virtuale presentata nel 2009 al G8 dell’Aquila, con la consegna a tutti i leaders mondiali e al presidente russo Dmitrij Medvedev, secondo cui la moneta unica è un’idea necessaria “per il bene dell’economia globale[4]” e ‘riguarda chiunque’. La moneta viene anche presentata durante la 66ma Sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (il 19 settembre 2011). La moneta è stata la prima ad andare nello spazio durante un viaggio di Paolo Nespoli, astronauta Italiano dell’ESA (European Space Agency).

Dal 2012, è diventata la Coniazione Ufficiale Celebrativa di Expo 2015 Milano, di cui Sassoli – come legale rappresentante della Museo del Tempo – oltre che ideatore è stato anche coordinatore generale dell’intero progetto (Official Coin and Medal Program Expo 2015)

Sassoli è presidente esecutivo del Comitato Internazionale Terzo Millennio, creato nel 1998, dando vita alla trasmissione del Millennio in mondovisione, e a cui hanno aderito personaggi come: il premio Nobel James D. Watson, Tara Gandhi, il compianto premio Oscar Carlo Rambaldi, Sophia Loren, la Principessa Elettra Marconi.

Nel campo delle iniziative filantropiche, Sassoli ha dato vita al Premio della Bontà, svoltosi anche alla Camera dei Deputati – presso il Palazzo Valdina, per sensibilizzare media e pubblico su gesti altruistici e sociali, conferendo riconoscimenti al Dalai Lama, Don Gelmini, Tara Gandhi, il Corpo dei Vigili del Fuoco, i Missionari Comboniani.

Ha coadiuvato Tara Gandhi, nipote del Mahatma Gandhi, nel portare aiuto in India a bambine orfane e in condizioni disagiate nei villaggi Kadhi, e attraverso trasmissioni televisive e interventi giornalistici.