Luciano D’Amico

 Luciano D’Amico, ordinario di Economia aziendale, è il nuovo rettore dell’Università degli Studi di Teramo. Rimarrà in carica per sei anni accademici, fino al 2018.

D’Amico ha ottenuto 344 preferenze. Per l’elezione del rettore hanno votato 414 elettori, il 75% dei 553 aventi diritto tra docenti di prima e seconda fascia, ricercatori, personale tecnico-amministrativo e di biblioteca e rappresentanti degli studenti nei vari organismi. La proclamazione ufficiale da parte del presidente della Commissione elettorale centrale avverrà entro sette giorni lavorativi dalla chiusura del seggio elettorale.

Luciano D’Amico, è nato a Torricella Peligna nel 1960 e risiede a Teramo.

Professore ordinario di Economia Aziendale dal 2000, è stato preside della Facoltà di Scienze della Comunicazione dal 2010 al 2012.

È direttore generale della Fondazione Università degli Studi di Teramo.

È Presidente dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Gaetano Braga.

Ha ricoperto numerosi incarichi istituzionali presso l’Università degli Studi di Teramo e l’Università “G. D’Annunzio” di Chieti e Pescara.

Ha svolto attività di ricerca su temi istituzionali dell’Economia aziendale, di Controllo di gestione, di Storia della ragioneria e di Accounting, pervenendo alla pubblicazione di numerosi articoli e monografie.

È stato componente del NUVA (Nucleo di valutazione) dell’Università di Chieti-Pescara nel triennio 1997-1999. È componente del NUVA dell’Università Ca’Foscari di Venezia dal 2006, è componente del NUVA dell’Università degli Studi di Verona dal 2007.

È Presidente della Società Italiana di Storia della Ragioneria (SISR), socio ordinario dell’Accademia Italiana di Economia Aziendale (AIDEA) e della Società Italiana dei Docenti di ragioneria ed Economia Aziendale (SIDREA).